ITALIA - Emilia Romagna - Parma

Week End Senza Glutine nel cuore della Capitale della Cultura 2020

  • Centro Città
  • Cucina per Celiaci
  • Viaggi Enogastronomici , Viaggi Culturali
  • 3 giorni / 2 notti
  • 4 stelle
  • Pernottamento e prima colazione

L'albergo; a soli 300 metri dalla stazione ferroviaria offre la possibilità di prendere parte agli eventi programmati a Parma per il 2020 e di raggiungere tutte le attrazioni turistiche senza avere alcuna necessità di utilizzare un trasporto privato per gli spostamenti.
Parma è anche la capitale Europea del cibo e del gusto. Svegliarsi al mattino ed essere accolti nella splendida sala colazione dell'albergo  dai profumi e dal gusto delle prelibatezze locali non ha prezzo.
Preparatevi a gustare una vera prima colazione “made in  Food Valley” naturalmente rigorosamente Senza Glutine.
Trascorrere momenti indimenticabili visitando il Battistero e il Duomo di Parma risulta particolarmente comodo alloggiando in un hotel in Centro città. L’hotel vi permette di immergervi nella parte più intima e segreta della città; tra borghi ed angoli suggestivi.
La sera potrete raggiungere in tutta tranquillità il Teatro Regio; e soffermarvi in uno dei tanti tipici locali Gluten Free del centro (che Vi forniremo nel programma di dettaglio). La Galleria Nazionale; il teatro Farnese; il parco Ducale; sono raggiungibili a piedi in soli 5 minuti.
IL 4 SETTEMBRE 2020 E' STATA UFFICIALMENTE RIAPERTA PARMA "CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2020 + 2021
Possibilità di aggiungere eventuali trasporti (voli; treni e noleggio vetture)
Nel programma di viaggio troverai le indicazioni di tutti gli altri servizi per celiaci presenti sul territorio.  

Dettagli

POSIZIONE
Parma è uno degli snodi principali dell’antica Via Emilia; attraversata fin dall’epoca romana da mercanti e viaggiatori provenienti da orizzonti vicini e lontani. Non una semplice strada ma un itinerario geografico e mentale che si dipana tra i campi della Bassa Padana e le valli appenniniche; dove tante idee e sensibilità differenti sono confluite e si sono intrecciate per creare le basi di una civiltà basata sull’accoglienza; il cibo e la terra.

Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 ha aperto un anno che sarà ricco di mostre; installazioni; produzioni; laboratori; aperture straordinarie; convegni e tanta musica.

Tra le tante;i Farnese le arti il potere presso il Complesso della Pilotta – un’ambiziosa mostra sulla committenza artistica dei Farnese.
Senza dimenticare gli appuntamenti del teatro e della danza nel magnifico Teatro Regio; i concerti all’Auditorium Paganini; da marzo Imprese aperte con oltre 30 aziende di Parma che aprono alle visite; a maggio i dibattiti di “Domenica Live” in Piazza Garibaldi e tanti altri eventi speciali.

Inoltre: L’energia del territorio; dove dalla Bassa all’Appennino la “nazione Parma”; come la chiamava Attilio Bertolucci; sta sviluppando oltre 150 attività; un vasto programma dell’Università di Parma dedicato alla diffusione della conoscenza e condivisione dei saperi ed Emilia 2020; un programma che unisce le opportunità culturali dell’area di Parma Piacenza e Reggio Emilia.

Naturalmente se si ha la possibilità di effettuare un soggiorno di più giorni sarebbe utile non trascurare il territorio parmense che trasuda; così come Parma; ricchezza multiculturale; il territorio offre tanti spunti culturali con la presenza di Musei e luoghi di interesse; non sono da trascurare inoltre un territorio naturalistico che va dal paesaggio fluviale sul Pò alle colline ricoperte di vigneti; i cammini e gli itinerari (Via Francigena); un territorio ricco di acque termali; non dimentichiamo infine che la conformazione del territorio e la presenza di impianti consente di praticare sport in diverse discipline.

Trascorrere un weekend oppure più giorni nel territorio parmense; che va dal Po all’Appennino; dà la possibilità di scoprire i gioielli dei dintorni di Parma disseminati di rocche e castelli; tra cui la Rocca Sanvitale di Fontanellato (23 Km a nord-ovest); il Castello di Torrechiara (20 Km a sud) e la Reggia di Colorno (16 Km a nord); raggiungibili anche con i mezzi pubblici. Per meglio assaporare questa terra è imperdibile una sosta ad uno o più Musei del cibo; quello del formaggio a Soragna; del Prosciutto a Langhirano oppure del Salame a Felino.

Per chi ama camminare; la Via Francigena è l’itinerario che percorre il cammino dei pellegrini medievali; lo storico tracciato che da Piacenza arriva fino all’Appennino Tosco-Emiliano; passando da Fidenza e da Parma.

SERVIZI GENERALI
Possibilità di prenotare un posto auto al coperto; Wi-Fi gratuito nelle camere e negli spazi comuni. Tutte le camere sono dotate di riscaldamento e condizionamento autonomo; TV Led satellitare; bagno privato con asciugacapelli e set di cortesia; minibar.

SALA MEETING
Presente una sala meeting da 20 posti

CAMERE
Distribuite su tre piani le 28 camere arredate in stile minimalista. 

MATRIMONIALE SUPERIOR
Tutte le comodità di una camera ampia e luminosa, sul piano più tranquillo e riservato dell’hotel.

CAMERA MATRIMONIALE STANDARD
Camera doppia standard con prima colazione e WIFI incluso.Vista sulle vie del centro di Parma.

CAMERA MATRIMONIALE ECONOMY
La disponibilità è molto ridotta, vista la grande richiesta consigliamo di prenotare in anticipo.

CAMERA SINGOLA ECONOMY
La scelta perfetta per i tuoi viaggi di lavoro: economica, facile da raggiungere e comoda:  wifi incluso.

RISTORANTE
Difficile pensare ad un luogo più rinomato a livello di cibo: Parma è la capitale Europea del cibo e del gusto. Svegliarsi al mattino ed essere accolti nella splendida sala colazione dell'albergo dai profumi e dal gusto delle prelibatezze locali non ha prezzo. Preparatevi a gustare una vera prima colazione “made in  Food Valley Gluten Free”. 

PIATTI SENZA GLUTINE
L'Hotel ha implementato le linee guide; dettate dal sistema di certrificazione di ente terzo Italiano; destinato ad utenti affetti da celiachia. Tale certificazione consente il monitoraggio della struttura ed aggiornamento del personale.

Pensando alle esigenze degli ospiti che ricercano una cucina senza glutine; il ristorante dell'albergo offre ogni giorno sfiziose proposte senza glutine preparate con cura dalla cucina.

Insomma potrete contare sull’assistenza del nostro personale di sala e di cucina che segue annualmente corsi specifici di formazione e aggiornamento a garanzia di un corretto e professionale servizio di ristorazione per celiaci.

Servizio da segnalare al momento della prenotazione

LA PROPOSTA DELL'ALBERGO:
Formula pernottamento e prima colazione; mezza pensione e pensione completa.

Date e prezzi
Prezzo
dal 01/09/20 al 30/09/20
Quota individuale in camera doppia standard economy con Pernottamento e prima colazione 3 giorni 2 notti
€ 165
dal 01/10/20 al 31/10/20
Quota individuale in camera doppia standard economy con Pernottamento e prima colazione 3 giorni 2 notti
€ 160
dal 01/11/20 al 31/12/20
Quota individuale in camera doppia standard economy con Pernottamento e prima colazione 3 giorni 2 notti
€ 110
Incluso/Escluso

I prezzi s'intendono a persona in camera doppia standard economy per 3 giorni 2 con un trattamento di pernottamento e prima colazione. Le quote saranno da riconfermare secondo la disponibilità al momento della prenotazione.

LA QUOTA COMPRENDE: 

- Sistemazione in camera doppia standard
- Soggiorno per 3 giorni e 2 notti 
- Trattamento di Pernottamento e prima colazione

LA QUOTA NON COMPRENDE:
Trasporti e/o noleggi vetture
- Quota iscrizione di gestione pratica
- Assicurazione annullamento facoltativa pari al 3% sul totale del viaggio escluse le quote d'iscrizione
- Tutto quanto non indicato nella "quota comprende"
- Laddove richiesta; tassa di soggiorno da pagare in loco

Appunti di Viaggio

DOVE SIAMO: 
Nella parte occidentale dell'Emilia; tra gli Appennini e la Pianura Padana; in una posizione strategica che permette di raggiungere in breve tempo mete di interesse turistico culturale e marittimo. La città è divisa in due dal torrente Parma; un affluente del Po. La Parma è un torrente; quindi un corso d'acqua a regime mutevole; che alterna le piene tumultuose della stagione invernale; quando prende il nome di Parma voladora; alle desolate secche estive.

E' una città che può essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno.
Il centro storico è contrassegnato da tre grandi poli: Piazza Garibaldi; in parte sede del foro romano; centro della vita comunale dove sorge il Palazzo del Governatore; con la sua torre barocca; che conserva la campana dell'altissima torre civica crollata nel 1606; la Vergine incoronata nella nicchia del campanile e le due meridiane risalenti al 1829.

Piazza Duomo; dove si ergono le massime espressioni artistico-religiose della città con la Cattedrale dedicata all'Assunta; tra gli edifici romanico-padani più rappresentativi del periodo; il Battistero edificio simbolo del trapasso dal tardo romanico al gotico; iniziato nel 1196 e portato a compimento nel 1307 ed il Vescovado; risalente al XI-XII secolo. 

Infine; Piazza della Pilotta; oggi Piazzale della Pace; simbolo del potere ducale con il Palazzo della Pilotta; antico palazzo di servizio della famiglia Farnese. Al suo interno; ospita il Museo Archeologico; la bellissima biblioteca Palatina; la Galleria Nazionale ed il Teatro Farnese.

Nei Dintorni: Il Parmense
Se si riesce ad effettuare un soggiorno di diversi giorni è consigliata l'esplorazione dei dintorni della Città; una destinazione di sicuro interesse è Il Parmense.

Si definisce parmense tutte quell’area che si apre intorno alla città emiliana di Parma. La zona è un vero giacimento di castelli; fioriti con le dinastie dei Farnese e dei Borboni; e i comuni di Bardi; Colorno; Fontanellato; Montechiarugolo e Parma sono  ricchi di storia; veri tesori tutti da scoprire. Oltre al turismo la zona è nota per l’enogastronomia; che offre prodotti di ottima qualità.

Bassa Parmense
Il territorio pianeggiante che si estende sul lato sud del Po con le sue nebbie e i suoi abitanti ha saputo stimolare l’estro creativo di Bernardo Bertolucci e Giovannino Guareschi. La Bassa Parmense è apprezzata per le tradizioni legate all’arte della norcineria: qui nascono il Culatello di Zibello e la Spalla Cotta di San Secondo. Non mancano anche capolavori architettonici: la Reggia di Colorno con i suoi incantevoli giardini; la Rocca Sanvitale di Fontanellato e la Rocca Meli Lupi di Soragna.

ESCURSIONI E MINI TOUR: Una intera giornata (Con pasto per celiaci)

Borghi antichi; rocche e castelli
La Bassa parmense; zona di notevole interesse politico e culturale per la sua posizione geografica; è stata sempre abitata da famiglie aristocratiche. Tra le più note; che stabilirono qui il loro dominio; ricordiamo i Sanvitale; i Rossi; i Meli Lupi e i Pallavicino. Molte loro dimore fanno parte oggi del circuito dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e sono aperte al pubblico. 

Rocca Meli Lupi di Soragna (30 km)
è ancora abitata dall’ultimo discendente della famiglia dei Principi Meli Lupi; che la edificarono agli inizi del 1300 e pare ospiti anche un fantasma…Tutto l’anno è possibile visitare le sale interne; con le loro eleganti decorazioni barocche; e il giardino all’inglese; con lago; serra e caffè.

Villa Pallavicino a Busseto (40 km)
È una splendida villa rinascimentale; forse progettata dal Bramante o dal Vignola; in cui soggiornò l’imperatore Carlo V d’Asburgo. Dal 2009 nei locali della villa sono allestite le sale del Museo Nazionale Giuseppe Verdi.

Palazzo Pallavicino a Zibello (37 km)
E' un grande edificio che si affaccia sulla piazza principale del paese; costituito da una parte più antica (XV sec.) in mattoni di terracotta e calce in stile tardo-gotico e da una parte aggiunta circa un secolo dopo. Sotto i portici ad archi acuti si trovano bar e negozi di alimentari; al piano superiore nell’Ottocento fu costruito un piccolo teatro. La visita a Palazzo Pallavicino rientra tra le tappe previste dai tour guidati per il paese.

Rocca Sanvitale a Fontanellato (20 km)
Edificata a partire dal 1124 si trova al centro del paese ed è ancora circondata dal fossato. All’interno; oltre a quadri e arredi pregevoli; ospita un capolavoro: la sala dipinta dal Parmigianino nel 1524 con il ciclo raffigurante il mito di Diana e Atteone. In una delle torri è possibile provare l’unica camera ottica ancora funzionante in Italia: grazie a un ingegnoso sistema di specchi i signori del castello potevano vedere quel che accadeva in piazza senza essere visti.

Rocca dei Rossi a San Secondo (22 km)
La dimora di questa nobile famiglia; è stata affrescata a patire dal XVI secolo da alcuni allievi di Giulio Romano; Baglione; Samacchini; Bertoja; Procaccini e Paganino con opere che; riutilizzando storie prese dalla mitologia classica; in realtà; rappresentano le vicende della famiglia Rossi: celebri sono i dipinti che raccontano le vicende dell'Asino d'Oro di Apuleio e quelli della Sala dei Giganti.

Rocca di Roccabianca (32 km)
Fu fatta edificare da Pier Maria Rossi per l’amata Bianca Pellegrini durante il XV secolo. Presso il porticato si trova la  Camera di Griselda; così chiamata perché vi è affrescata la vicenda della protagonista dell’ultima novella del Decameron di Boccaccio. Nel mastio della rocca; in piccole botti; si affina ancor oggi l’aceto balsamico.

Rocca dei Terzi a Sissa (25 km)
Il nucleo originario è probabilmente dell’XI secolo. Fu più volte modificata per resistere agli scontri tra i Terzi e la famiglia nemica dei Rossi; fu smantellata quando i veneziani conquistarono il paese e ancora ricostruita; fino ad assumere; nel ‘700 l’aspetto attuale di residenza nobiliare. Da suo torrione; alto 27 metri; è possibile godersi una splendida vista sulla campagna circostante.

Castello di Scipione (37 km)
Fatto costruire dai Pallavicino nell’XI secolo per avere il controllo sui pozzi per l’estrazione del sale; è uno dei più antichi castelli dell’Emilia-Romagna. Si trova nel comune di Salsomaggiore Terme; ed è ancora oggi abitato dai discendenti della famiglia Pallavicino. Il complesso è aperto al pubblico e ospita eventi.

Reggia di Colorno (16 km)
La piccola Versailles affacciata sul fiume Parma; dimora estiva dei Farnese; dei Borbone e di Maria Luigia d’Austria; venne costruita tra fine ‘600 e inizio ‘700 (su un preesistente palazzo del XIV sec.) dal Bibbiena per volere di Ranuccio II Farnese. La ristrutturazione operata dall’architetto francese Ennemond Alexandre Petitot nel 1749 fece del palazzo uno dei più belli d’Europa. Anche il grande giardino cambiò più volte stile; adattandosi al gusto di ogni epoca: italiano; francese; inglese con fontane; aiuole e piante esotiche. Con l’unità d’Italia; i Savoia utilizzarono molti degli arredi per le loro dimore; per questo alcune opere si trovano oggi al Quirinale.

Castello di Felino (17 km)
L’edificio venne costruito alla fine del IX secolo; ma solo sotto il dominio dei Rossi nel ‘300 raggiunse il suo splendore. Nei secoli successivi passò sotto il dominio di Ludovico il Moro; dei Pallavicino; degli Sforza e dei Farnese che lo trasformarono in una lussuosa residenza. Al suo interno; nelle cantine; si trova il Museo del Salame.

PERCORSO GIOVANNINO GUARESCHI
La Bassa è a pieno titolo uno dei personaggi principali dei racconti di Giovannino Guareschi (1908 – 1968) al pari di Don Camillo e Peppone; per questo; chiunque abbia amato i suoi libri; tradotti in quasi tutte le lingue; o visto i film con Fernandel e Gino Cervi; di cui l’autore stesso curò le sceneggiature; desidera vedere almeno una volta i luoghi descritti.

Guareschi, giornalista; vignettista e romanziere; nacque a Fontanelle di Roccabianca; visse e lavorò a Parma; Potenza; Modena e Milano; ma i ricordi della sua terra natale rimasero sempre vivi in lui e lo accompagnarono perfino nei campi di lavoro; in Polonia e in Germania; dove scrisse e illustrò La Favola di Natale (1944) che; musicata da Arturo Coppola; suo compagno di prigionia; venne rappresentata al Teatro Verdi di Busseto nel 2008; in occasione del centenario dalla nascita dello scrittore.

Mostra antologica permanente e archivio Guareschi: Roncole Verdi
Nel 1957 lo scrittore – che era anche un buongustaio – aprì proprio alle Roncole; un’osteria; gestita poi fino al 1995 dal figlio Alberto. Oggi nei locali dell’osteria c’è la sede del Club dei Ventitré (in onore dei “Ventitrè lettori” a cui Guareschi si rivolgeva nei suoi libri): l’associazione di amici e appassionati che si occupa di valorizzare l’opera dello scrittore. Qui è conservato l’archivio Guareschi; costituito da ben 200.000 documenti ed è allestita una mostra antologica permanente; costituita per volere degli eredi; che documenta la sua vita e le sue opere. La mostra è visitabile su appuntamento

Tomba dello scrittore a Roncole Verdi
Giovannino Guareschi; morì a Cervia; dove era solito passare le estati; nel 1968; ma venne sepolto nel piccolo cimitero di Roncole Verdi; a pochi metri dalla casa natale del Maestro; con cui aveva non poche cose in comune: l’amore per la terra e le cose buone; l’animo insieme ironico e poetico tipico dei figli del “paese del melodramma”.

Museo del Boscaccio: Diolo di Soragna
Dopo Soragna; andando verso Roccabianca; si attraversa Diolo. Qui; la vecchia torre campanaria del paese ospita il Museo del Boscaccio; dove la famiglia Bertozzi; amica dello scrittore; ha raccolto interessanti documenti e cimeli relativi a Guareschi e al suo “Mondo piccolo”. Il nome viene dal podere “Il Bosco”; che si trovava nelle vicinanze ed era di proprietà dei nonni paterni di Guareschi; il quale lo ricorda e lo descrive nelle sue opere. Il museo è visitabile su appuntamento.

La casa natale: Fotanelle di Roccabianca
La sua casa si trova nei pressi della piazza principale (piazza Balestrieri); dove è stato collocato il busto bronzeo di Giovanni Faraboli; presidente della Lega dei contadini di Fontanelle; che ispirò il personaggio di Peppone.

Museo “Il Mondo piccolo”: Fontanelle di Roccabianca
Sempre a Fontanelle si può visitare il museo “Il Mondo piccolo”; allestito nella vecchia scuola elementare in cui insegnava la madre di Giovannino Guareschi.

Il museo racconta la storia della Bassa parmense attraverso le figure di Guareschi e di Giovanni Faraboli. Nei locali del museo sono raccolte numerose testimonianze che documentano la situazione sociale delle campagne emiliane dalla fine dell’Ottocento fino a oltre la metà del secolo scorso.

I Musei di Don Camillo e i luoghi dei film: Brescello
Andando verso il Po e sconfinando in provincia di Reggio Emilia; si trova Brescello: il luogo scelto come set per i film di Don Camillo; perché presentava tutte le caratteristiche del tipico paese della Bassa; mirabilmente descritto da Guareschi.

Qui; dunque; si possono visitare i luoghi dei film: le statue bronzee di don Camillo e Peppone si fronteggiano ai due lati di piazza Matteotti; su cui si affaccia la chiesa di Santa Maria Nascente (che; in una cappellina laterale, ospita il noto Cristo parlante). In via Carducci c’è la casa di Peppone; mentre sotto il portico di via Giligoli è stata collocata la campana che cade addosso al sindaco in “Don Camillo monsignore ma non troppo”).

Di fronte al Museo “Peppone e don Camillo” (piazza Mingori) è “parcheggiato” il carrarmato di “Don Camillo e l’onorevole Peppone”.
Nel Museo sono ospitati oggetti utilizzati nel film; come la moto di Peppone e l’abito di Don Camillo; ricostruzioni sceniche e molti altri documenti come fotografie e manifesti originali.

Poco lontano (Via Cavallotti) si trova il Museo “Brescello e Guareschi; il territorio e il cinema” in cui si descrivono i molti intrecci tra la storia reale del paese e dei suoi abitanti (le tradizioni contadine; i personaggi; la grande alluvione del Po ecc.) e la loro rilettura cinematografica.

Lascia che il glutine non ti fermi!
Viaggiare senza glutine è più facile di quanto pensi. Sì. E spieghiamo perché. Dimentica di dover sempre dare spiegazioni. Dimentica di sembrare un Hotel strano adatto a te o ai tuoi figli. Dimentica di dover sempre ricorrere al tuo kit di sopravvivenza. Perché con noi puoi scegliere tra un gran numero di sistemazioni per celiaci in Italia e in tante altre destinazioni. Perché vogliamo rendere le cose facili per te. Dì addio al glutine con la selezione di hotel che ti proponiamo

Conosciamo le difficoltà che possono sorgere quando si cercano hotel per bambini senza glutine. Perché capiamo quanto sia complicato scegliere l'hotel giusto se voi o i vostri bambini siete celiaci. Oppure, anche dover controllare gli ingredienti di ogni piatto prima di provarlo.

Grazie alla nostra formazione con l'Associazione Italiana Celiachia (AIC); sappiamo perfettamente quali sono le vostre esigenze e abbiamo un fermo impegno nell'adattare i nostri servizi a tutte le vostre esigenze nutrizionali. Pertanto; la l'Hotel per celiaci ha menù per celiaci appositamente preparati daigli chef con utensili e contenitori puliti; senza contaminazione incrociata.

Siamo consapevoli di te. Pertanto; per tutti i nostri piatti senza glutine è possibile controllare ciascuno degli ingredienti. E non solo; ma se soffrite di intolleranze o malattie come il diabete; abbiamo anche menù specifici. Vogliamo offrirti un'attenzione totalmente personalizzata durante il tuo soggiorno con noi per essere in grado di offrirti un'esperienza unica ed esclusiva.

Sono un celiaco; e adesso?

La celiachia è una malattia autoimmune di cui tutti hanno sentito parlare; ma pochissimi sanno davvero di cosa si tratta e le conseguenze che può avere a lungo termine se non vengono trattate correttamente. Secondo AIC; la celiachia è una "alterazione causata dall'assunzione di glutine". Ciò significa che l'assunzione di prodotti derivati da frumento; orzo; segale e avena produce una serie di anticorpi nel corpo che possono portare a sintomi gravi che indicano l'insorgenza di questa malattia e la perdita di assorbimento dei nutrienti.

La celiachia è una malattia incurabile e può essere controllata solo seguendo una dieta specifica priva di glutine. Può essere genetico o no e può essere contratto a qualsiasi età.

Essere celiaci non dovrebbe essere un ostacolo per godersi una vita normale. Dovrai solo seguire una dieta speciale con prodotti senza glutine. Tuttavia, questo non significa rinunciare al gusto di certi piaceri come biscotti; torte; pane e prodotti a base di cereali. Oggi ci sono molti marchi che hanno una versione speciale adatta ai celiaci senza rinunciare al sapore caratteristico.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!