Cereali si, cereali no

II glutine è presente in molti cereali, ma non in tutti. Chi soffre di celiachia deve quindi fare molta attenzione a scegliere quelli giusti.
Al bando, senza dubbio: orzo, frumento, segale, farro, kamut, sorgo, triticale e tutti i prodotti ottenuti con le loro farine. Attenzione quindi anche a pangrattato, fiocchi di cereali, amido, gnocchi di patate, couscous, semolino e crusca. Sono da eliminare anche i caffè solubili, perchè possono contenere orzo o malto. Quest'ultimo rientra anche nella produzione della birra e del whisky. Rimanendo agli alcolici, si deve rinunciare anche a vodka e gin, ottenuti per fermentazione del grano.

I cereali consentiti sono: mais, riso, miglio, tapioca. Semaforo verde quindi per creme di riso, pop corn, fiocchi di riso, mais, polenta. Le farine di mais, tapioca, riso, miglio e la maizena (amido di mais) possono quindi essere usate con tutta tranquillità per preparare qualunque pietanza, dolce o salata.
In commercio esistono ormai da anni moltissimi prodotti per celiaci.
Oltre ai più comuni alimenti, come pasta, pane e farine, oggi sono in vendita anche prodotti più elaborati, che vanno dagli snack ai dolci, dai biscotti alle torte, fino ai cereali e ai muesli. Perchè è importante che chi è affetto da celiachia, in particolare i bambini, non si senta diverso dai propri coetanei.

Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!